Home
Servizi
Orari
Catalogo
Fondi
Archivi
ADiP
Pubblicazioni
Progetti
Chi Siamo
News
Sede
Storia
Centenario
Contatti

accesso riservato









Sito in aggiornamento



Grazie all'opera di Ferdinando Ricci la Biblioteca possiede vari fondi librari:

Fondo libri antichi
Molti i libri antichi presenti nel patrimonio librario a disposizione, con testi settecenteschi e ottocenteschi rari e curiosi.


Fondo libri storici
Dal 1900 al 1945


Fondo narrativa storica per ragazzi
Una nutrita sezione per "fanciulli" caratterizza la Biblioteca "Petrarca" con opere rare e curiose dedicate al panorama dei bambini, con le loro favole e le loro fantasie, dai primi del '900 ai giorni nostri. 1.061 libri per ragazzi sono conservati nelle vetrinette al primo piano nella Sala di Lettura "C. Poli" e possono essere consultati in sede su richiesta. Consulta il nostro catalogo digitale selezionando il genere "RC" per scoprire i tanti curiosi e vari volumi in nostro possesso.


Fondo locale storico

 

Fondo "Bibliotechina"
Nel 2016, in occasione del Centenario, è stato ricostruito il grazioso mobiletto che ospitava la "Biblioteca Circolante Popolare F. Petrarca" nel 1916, anno della sua fondazione. Abbandonato in pochi anni grazie alla crescita del numero dei volumi disponibili in prestito è andato poi perduto il mobile originale. Grazie all'opera attenta di Luigi Marata che ha riprodotto il modello da una vecchia fotografia, oggi in sede è possibile visionare la "Bibliotechina" con al suo interno circa un centinaio di libri, molti dei quali dedicati ai ragazzi, che componevano in origine il patrimonio librario della "Petrarca". I volumi sono quasi tutti gli originali che venivano letti e prestati nel 1916.


Fondo "Il Telegrafo"
Ricci Ferdinando raccolse e fece rilegare il quotidiano "Il Telegrafo" dal 1932 al 1944. In quegli anni portò avanti la professione di giornalista per questo quotidiano e scrisse molti articoli relativi ai fatti di Vernio ed in particolare di Sant'Ippolito. Nel 2013 la pagina di Cronaca locale (relativa a Prato, Firenze, Pistoia, Empoli e alle loro province) è stata digitalizzata in collaborazione con la Biblioteca Comunale "A. Lazzerini" di Prato e l'Istituto di Studi Storici Postali di Prato. Nel 2015 è iniziato lo spoglio dei titoli riguardanti, al momento, la sola Provincia di Prato (a cura di Serena Rossi) e il progetto è ad oggi in fase di conclusione. Al momento nel database ADiP è possibile trovare le pagine di cronaca locale dal 1932 al 1937 con lo spoglio dei titoli di Prato e provincia, così da permettere una ricerca veloce e mirata per parole chiave.



Fondo "Gianni Mordini"
La prematura scomparsa avvenuta nel 2012 di Gianni Mordini, appassionato studioso della II Guerra Mondiale e delle sue ricadute sulla storia della Val di Bisenzio e assiduo collaboratore della Biblioteca, ha portato al patrimonio librario della "Petrarca" una inestimabile collezione di testi sull'argomento. L'intera collezione, che conta quasi 400 libri gentilmente messi a disposizione dalla famiglia, può essere consultata presso la nostra sede. Negli anni, oltre ai volumi, Mordini aveva raccolto vari documenti, tra cui passaporti, lettere, mappe che sono al momento in fase di catalogazione e scansione.
A Gianni Mordini è stata dedicata la Sala Principale della Mostra Permanente sulla Seconda Guerra Mondiale a San Quirico di Vernio, dove sono confluiti larga parte dei manufatti e oggetti collezionati da Mordini in vita. Tale Mostra è a cura dell'Associazione Linea Gotica Alta Val di Bisenzio ed è tuttora visitabile.
A breve online l'elenco dei volumi.


Fondo Alessandro Assirelli
Nel 2012 la Biblioteca ha ricevuto la collezione di oltre 600 libri appartenuti ad Alessandro Assirelli, noto....


Fondo Vittor Ugo Fedeli


I donatori
Dobbiamo inoltre ringraziare tutti coloro che ci hanno donato libri, raccolte o intere collezioni. E' anche grazie a loro che la Biblioteca puņ incrementare il proprio patrimonio con opere interessanti e particolari. Tra i numerosi donatori, vogliamo ricordare:
i maestri Maria Teresa Santi e Carlo Armellini
la professoressa Anna Maria Fantappič
la famiglia Bigagli

 



Pagina modificata il 30 agosto 2017 da Lisa Nannini